GiocaSorridiMangia

Avventure di una mamma blogger

Triglie allo zafferano per il viaggio dei Sapori

2 commenti

In assoluto il pesce è l’alimento che amo di più, ma lo preparo di rado per quella cattiva abitudine di accontentare solo i gusti altrui.

Da oggi ho deciso di concedermi il lusso del pensare un po’ di più a me stessa e inizio da queste triglie allo zafferano.

L’occasione mi si è presentata con l’iniziativa lanciata ai Soci Aifb e che propone la preparazione di un piatto a base di pesce, che contenga almeno uno degli ingredienti elencati di seguito: zafferano, anice, cetriolo, aneto, prezzemolo, foglie di coriandolo, avocado, piselli, peperoni o peperoncino piccante.

Ho scelto lo zafferano, la spezia del buonumore, per profumare questo brodo che bagna ed insaporisce le triglie, marinate e fritte velocemente.

La triglia, a sua volta, l’ho scelta perché è stato il primo pesce che mi è venuto in mente, forse per colpa del detto “far l’occhio di triglia“, che è uno sguardo sognante, da innamorati …un po’ come gli occhi indimenticabili di Betty Devis…la ricordate? E la canzone che l’ha resa immortale, cantata da Kim Carnes? Io amo quella canzone, mi mette di buonumore, come lo zafferano, come le triglie.

Triglie allo zafferano

250 g di filetti di triglie

1 scalogno

1 patata

500 ml di brodo vegetale

pisstilli di zafferano

succo di limone

olio d’oliva

pepe

Peperoncino (facoltativo)

  1. Con il succo di limone, l’olio ed il pepe preparate una marinatura e immergete i filetti di triglia. Coprite con della carta pellicola e lasciate riposare anche fino a tre ore (almeno una). Intanto preparate un brodo vegetale arricchito di patate, scalogno e qualche pistillo di zafferano.
  2. Trascorso il tempo della marinatura, scaldate una padella per friggere con un cucchiaio d’olio di semi e adagiate i filetti dal lato della pelle per appena un minuto. Rigirateli e fate cuocere il tempo necessario (due o tre minuti saranno sufficienti).
  3. Servite i filetti sopra le patate e lo scalogno, bagnati nel brodo.

Autore: Sonia C.

Tutto ciò che viene dalla mia cucina è cresciuto nel cuore (Paul Eluard)

2 thoughts on “Triglie allo zafferano per il viaggio dei Sapori

  1. Sonia grazie per la ricetta, è veramente appetitosa

  2. Ti ringrazio per l’occasione di averla potuta proporre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...